Pulizia degli apparecchi acustici

Come mantenerli efficienti e durevoli nel tempo


In caso di perdita dell’udito dovuta all’età o altri fattori, l’apparecchio acustico può diventare un compagno di vita che aiuta a mantenere il contatto col mondo e a vivere relazioni soddisfacenti. Tuttavia la tecnologia viene in nostro soccorso ed è importante scegliere l’apparecchio giusto affidandosi a un professionista con esperienza per avere assistenza quando più ce n’è bisogno. La pulizia costante degli apparecchi acustici è molto importante per mantenerli sempre funzionanti nel tempo. Come farlo in modo ottimale? Continua a leggere e scoprirai come!



pulizia apparecchi acustici

Come prendersi cura degli apparecchi acustici


Come tutti i dispositivi, anche gli apparecchi acustici, se usati frequentemente ogni giorno si possono sporcare con cerume e sudore. La manutenzione e la pulizia vanno effettuate quotidianamente per poter mantenere i dispositivi perfettamente funzionanti nel corso degli anni.


Per la pulizia professionale, da eseguire due volte all’anno, è invece consigliato rivolgersi al proprio centro acustico di fiducia. Contattaci oggi per avere un supporto immediato in sede. Siamo CamWeCare in Via Largo Gramsci, 3 a Melzo, Milano.


Tornando a noi, l’errata pulizia dell’apparecchio acustico può influire negativamente sulle sue prestazioni, creando ostruzioni e problemi di funzionamento. Certamente la sola pulizia degli apparecchi non basta. Eseguire una pulizia costante del condotto uditivo, oltre che del dispositivo acustico, è fondamentale.


Gli aspetti principali per la cura e la pulizia degli apparecchi acustici sono quello di "armarsi" di attrezzi e prodotti adeguati e organizzare una routine di pulizia, per mantenerli sempre come nuovi.


Per igienizzarli è possibile ricorrere alle semplici salviette detergenti, possibilmente con frequenza quotidiana la sera o la mattina. Per un risultato più accurato si può utilizzare anche a una pompetta ad aria, utile per eliminare l’umidità.


Esistono diversi modelli di apparecchi acustici. Possiamo definirli come interni ed esterni.



Pulizia di Apparecchi Acustici Interni


Un modello di apparecchio acustico interno richiede di concentrare la pulizia sulle aperture del dispositivo, comprese le porte del microfono, utilizzando uno spazzolino a setole morbide per eliminare il cerume accumulato. Va tenuto il dispositivo con l’apertura che si sta pulendo rivolto verso il basso in modo che eventuali particelle di sporcizia cadano fuori dall’apparecchio acustico invece di rimanere all’interno. Successivamente bisogna ricorrere all’utilizzo un bastoncino per eliminare residui di cerume che non si è riusciti a rimuovere con il pennellino. L’ultima fase è quella di asciugare l’intero dispositivo con un panno pulito e asciutto.

Pulizia di Apparecchi Acustici Esterni


Per pulire un apparecchio acustico BTE (apparecchio acustico esterno) si deve prima esaminare il dispositivo e rimuovere il cerume con il pennello morbido o un panno asciutto. Successivamente rimuovere il gommino per pulirlo. È bene pulirli tutti i giorni e immergerli in acqua con detergente apposito una volta alla settimana. Lasciare asciugare completamente le chiocciole per una notte prima dell’uso. Attenzione: non utilizzare alcol o altre sostanze chimiche su di esse. Infine utilizzare la pompetta ad aria per forzare l’acqua fuori dal tubo e poi lasciare asciugare completamente durante la notte.



 

Esegui subito un test udito online e valutiamo insieme l'apparecchio acustico ideale per la tua condizione.



TEST UDITO ONLINE